Sinonimi:

Nomi comuni: Astro di virgilio, Amello

Nomi regionali: Setembrine

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 20-50 (70) cm

Radice: secondarie da rizoma

Fusto ipogeo: rizoma bruno, obliquo, sottile, spesso arrossato

Fusto epigeo: semplice ed eretto, pubescente, cilindrico leggermente striato, ramoso in alto

Foglie: le basali ovali-ellitiche picciolate (15-17 x 25-30 cm); le cauline progressivamante sessili, lanceolate e di dimensioni minori

Infiorescenza: corimbo di 5-15 capolini di 2,5-4 cm, di solito rivolti verso la stessa parte; involucro conico con brattee spatolate patenti all'apice

Fiori: fiori ligulati (18-21) zigomorfi di colore azzurro-violetto; fiori tubulosi attinomorfi nel disco gialli

Frutto: acheni pelosi con pappo biancastro

Distribuzione

Distribuzione regionale: presente in tutta la zona montana e collinare

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-800

Geoelemento: eurosiberiano

Ambiente caratteristico: prati magri

Fioritura: da luglio a settembre

Note vegetazionali

Specie calciofila, tendenzialmente xerica, si ritrova comunemente nei prati magri collinari e montani, boscaglie e lungo le vie. Il geolemento viene secondo alcuni autori considerato sub-pontico ed euroasiatico.

Note generali

Coltivato come ornamentale.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.