Sinonimi:

Nomi comuni: Bartsia alpina

Nomi regionali:

Famiglia: Scrophulariaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 8-15 cm

Radice: a fittone

Fusto ipogeo: assente

Fusto epigeo: ascendente, con peli riflessi

Foglie: opposte, ovali, lunghe fino a 2 cm, dentelli acuti sul margine

Infiorescenza: fiori spaziati in racemi, all'ascella di brattee violette, minori delle vere foglie

Fiori: zigomorfi gamopetali, tetrameri, calice irsuto a tubo campanulato e 4 denti, corolla bilabiata (15-19 mm), violaceo-scura, stami 4, ovario supero sincarpellare

Frutto: capsula ovale

Distribuzione

Distribuzione regionale: continua in tutta la zona alpina

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 1700-2600 (2900)

Geoelemento: artico-alpino

Ambiente caratteristico: praterie alpine

Fioritura: da giugno a agosto

Note vegetazionali

Specie indifferente al substrato, diffusa nei pascoli alpini e subalpini.

Note generali

Variabilità nel colore della corolla.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.