Sinonimi:

Nomi comuni: Senecio comune, Calderina, Calderaja, Cardillo, Calderugia, Mangia-Lebbra, Solleciola, Senecione, Verzellina

Nomi regionali: Jerbe d’ogni mês

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo annuo

Forma biologica: terofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 20-40 cm

Radice:

Fusto ipogeo: assente

Fusto epigeo: ascendente o eretto, ramoso-corimboso in alto.

Foglie: alterne; le basali spatolate (2 x 7 cm), lobate o partite; le cauline semi-amplessicauli, pennato-partite.

Infiorescenza: numerosi capolini penduli prima della fioritura; involucro cilindrico-piriforme, formato da due serie di squame, una interna ed una esterna (10-12), quest’ultima con punta nera o interamente nera.

Fiori: tutti tubulosi e gialli.

Frutto: achenio con pappo formato da un ciuffo di peli.

Distribuzione

Distribuzione regionale: su tutto il territorio regionale.

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-1800

Geoelemento: cosmopolita

Ambiente caratteristico: incolti

Fioritura: da gennaio a dicembre

Note vegetazionali

La specie può assumere l’habitus erbaceo perenne; il geoelemento di origine è Eurimediterraneo. Nelle zone fredde la fioritura i concentra nei mesi estivi.

Note generali

Pianta infestante delle colture (orti, vigneti, ecc.). Il nome del genere deriva dal latino e significa “vecchio”, probabilmente per il colore biancastro dei pappi.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.