Sinonimi:

Nomi comuni: Tlaspi montanina; Tlaspi precoce

Nomi regionali:

Famiglia: Brassicaceae/Cruciferae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 6-15 (30) cm

Radice: laterali da rizoma

Fusto ipogeo: rizoma obliquo e breve

Fusto epigeo: eretto, densamente foglioso, più di uno per rosetta basale

Foglie: intere, le basali spatolate (13 x 50 mm), leggermente dentellate, in rosetta, arrossate inferiormente; le cauline lanceolate, amplessicauli con due orecchiette lineari

Infiorescenza: racemo breve e ombrelliforme alla fioritura, poi lineare, lungo fino a 20 cm

Fiori: tetramero dialipetalo attinomorfo; sepali bruno-verdastri di 2 mm, petali candidi di 4,5-5 mm oblunghi e spatolati; 6 stami, con antere gialle, ovario bicarpellare supero con stilo breve

Frutto: siliquetta di 6-9 mm, ali larghe pù brevi dello stilo, semi 2-4 per loggia

Distribuzione

Distribuzione regionale: in tutta la zona collinare e montana, fino al Carso triestino

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): (0)100-1200

Geoelemento: europeo-montano

Ambiente caratteristico: pascoli e prati montani

Fioritura: da aprile a maggio

Note vegetazionali

Pianta calciofila, diffusa nelle praterie, pascoli e prati aridi collinari e montani, anche rocciosi e pietrosi, riscontrabile anche negli arbusteti meso-termofili e su rocce.

Note generali

Specie variabile, con popolazioni presenti negli Appennini, secondo alcuni autori appartenenti a Thlaspi montanum L. e Thlaspi torreanum Ten.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.