Sinonimi: Saussurea lepathifolia Beck (Willd.) DC.

Nomi comuni: Saussurea cordata

Nomi regionali:

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita rosolata

Descrizione

Dimensioni: 8-15 cm

Radice:

Fusto ipogeo: rizoma obliquo, nerastro e rivestito da guaine di foglie morte.

Fusto epigeo: scapo ascendente, scarsamente lanoso, privo di spine, rosso e lucido.

Foglie: bianche inferiormente, sparsamente lanose o glabrescenti superiormente; le basali, raccolte in rosetta, con lamina triangolare strettamente lanceolata (1,5-2 x 5-7 cm), a base troncata o cuoriforme, dentate sul bordo; le cauline ristrette.

Infiorescenza: capolini (diametro di ca. 2 cm), da 5 a 15, subsessili in fascetto apicale; involucro fusiforme con squame violaceo scure.

Fiori: tutti tubulosi; corolla roseo vinosa; antere viola-nerastre e stilo violetto.

Frutto: achenio subcilindrici (5 mm), con pappo formato da una serie di peli esterni (brevi e semplici) ed una di peli interni (allungati e piumosi).

Distribuzione

Distribuzione regionale: su tutta la fascia subalpina ed alpina.

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 1700-2800

Geoelemento: euroasiatico

Ambiente caratteristico: rocce, ghiaioni e detriti

Fioritura: da luglio a agosto

Note vegetazionali

Specie che può essere presente anche nelle praterie alpine e sub-alpine.

Note generali

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.