Sinonimi: Erigeron acer L. subsp. acer, Erigeron acre L., Erigeron corymbosum Wallr.

Nomi comuni: Erigeron acre, Cespica acre

Nomi regionali:

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 20-60 cm

Radice: secondarie da rizoma

Fusto ipogeo: rizoma breve orizzontale

Fusto epigeo: fusto ascendente, villoso, ramoso in alto terminante in un corimbo allungato di capolini

Foglie: foglie basali spatolate di 5-12 x 30-70 mm, appena dentate; le cauline minori, sessili, lanceolate , > dell'internodio, acute, tutte ciliate e pelose su entrambe le facce, margine intero

Infiorescenza: capolino di 8-15 mm di diametro, con involucro campanulato, squame su più serie; fiori esterni femminili, fiori centrali tutti ermafroditi

Fiori: fiori raggianti ligulati violetti superanti di poco l'involucro (>10 mm), fiori centrali tubulosi con corolla ad elementi patenti

Frutto: acheni con pappo rossastro, peli in un'unica serie

Distribuzione

Distribuzione regionale: Alpi e prealpi

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-1800

Geoelemento: circumboreale

Ambiente caratteristico: prati magri

Fioritura: da giugno a settembre

Note vegetazionali

Pianta non comune, indifferente al substrato, tendenzialmente xerofila, presente nei prati aridi e sassosi dal piano basale a quello sub-alpino, si ritrova anche in zone antropizzate, boscaglie e schiarite.

Note generali

Si distingue da Erigeron acris L. subsp. angulosus, perché questo presenta foglie cauline a lamina glabra e peli solo al margine, assi infiorescenziali ed involucri dei capolini meno pelosi completamente arrossati.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.