Sinonimi: Carduus defloratus subsp. crassifolius Hayek

Nomi comuni: Cardo dentellato

Nomi regionali:

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 3-5 dm

Radice:

Fusto ipogeo:

Fusto epigeo: fusto eretto, semplice in alto senza ali nè foglie, in genere ricurvo

Foglie: foglie in rosetta basale, lanceolate, con denti o lobi , dotate di spine sul margine.

Infiorescenza: capolino isolato, nutante, di 25-30 mm di diametro, involucro piriforme, squame inferiori patenti, quelle superiori all'apice ristrette, in genere sormontate da un mucrone

Fiori: fiori tubulosi porporini

Frutto: achenio con pappo

Distribuzione

Distribuzione regionale: zona alpina e prealpina, tranne la Catena Carnica principale.

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-2000

Geoelemento: endemico alpino

Ambiente caratteristico: rocce, ghiaioni e detriti

Fioritura: da giugno a agosto

Note vegetazionali

Si riscontra su rupi e ghiaioni soleggiati, prati aridi e sassosi, su calcare.

Note generali

Assieme al C.crassifolius subsp. glaucus (molto raro in regione) appartiene all'aggregato di C. defloratus che comprende piante montane.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.