Sinonimi: Sonchus alpinus L., Mulgedium alpinum Less.

Nomi comuni: Cicerbita violetta, Lattuga alpina, Radicchio di monte

Nomi regionali: Lidrìc di mònt

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 5-8 (20) dm

Radice: radici secondarie da rizoma

Fusto ipogeo: rizoma obliquo

Fusto epigeo: fusto ascendente, tubuloso, con setole inclinate verso il basso, in alto ramoso e densamente ricoperto di ghiandole purpuree.

Foglie: foglie inferiori pennato-partite, a contorno spatolato, con base auricolata amplessicaule e rachide alato; lamina con segmento terminale triangolare, acuto; foglie cauline ridotte e quasi intere.

Infiorescenza: capolini di diametro di 1-3 cm, molto numerosi; involucro subcilindrico con brattee pelose.

Fiori: fiori violetti, zigomorfi, ligulati.

Frutto: acheni fusiformi lunghi 4-5 mm con pappo bianco lungo 6-8 mm

Distribuzione

Distribuzione regionale: distribuita nella zona alpina

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 1000-1800

Geoelemento: europeo-montano

Ambiente caratteristico: arbusti e megaforbieti alpini

Fioritura: da giugno a settembre

Note vegetazionali

Presente nei cespuglieti subalpini, ontanete e saliceti, megaforbieti e radure.

Note generali

I germogli sono commestibili e vengono consumati crudi o cotti.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.