Sinonimi:

Nomi comuni: Origano comune, Maggiorana selvatica, Acciughero, Cornabusa

Nomi regionali:

Famiglia: Lamiaceae/Labiatae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 20-50 cm

Radice: fittoni

Fusto ipogeo:

Fusto epigeo: ascendente, ramoso, pubescente, arrossato in alto

Foglie: opposte, brevemente picciolate, a lamina ellittica-lanceolata (25-40 mm) spesso a base asimmetrica, dentellate al margine; aromatiche

Infiorescenza: verticillastri (cime contratte) terminali corimbiformi, con brattee violaceae

Fiori: calice gamosepalo, attinomorfo; corolla zigomorfa, gamopetala, di 4-7 mm; colore rosa; stami 4 sporgenti, ovario semi-infero, stimma bifido

Frutto: schizocarpo (tetrachenio) formato da quattro nucule

Distribuzione

Distribuzione regionale: Carso, Alpi e Prealpi

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-1700

Geoelemento: euroasiatico

Ambiente caratteristico: rupi e muri

Fioritura: da giugno a ottobre

Note vegetazionali

Pianta che predilige rupi, cespuglieti, schiarite aride e soleggiate.

Note generali

Specie piuttosto polimorfa, alcuni autori suddividono l'entità nelle sottospecie vulgaris L. e prismaticum Gaudin, quest'ultimo con infiorescenza allungata e prismatica (segnalazioni, non di recente, per il Carso). Utilizzato come pianta aromatica, l'origano coltivato è solitamente Origanum majorana L. (Maggiorana).

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.