Sinonimi: Betonica alopecuros L., Betonica jacquinii Gren. et Godr., Betonica divulsa Ten., Stachys jacquinii (Gren. et Godr.) Fritsch

Nomi comuni: Betonica coda di volpe, Betonica bianca

Nomi regionali:

Famiglia: Lamiaceae/Labiatae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 20-50 cm

Radice:

Fusto ipogeo:

Fusto epigeo: ascendente, tetragono ma subcilindrico; pubescente

Foglie: opposte, le basali picciolate, a lamina triangolare (4-6 cm) e base cordata; margine regolarmente dentato; foglie cauline di dimensioni ridotte, subsessili

Infiorescenza: spicastro terminale di cime contratte

Fiori: calice gamosepalo, attinomorfo, irsuto; corolla zigomorfa, gamopetala, bilabiata di 1,2-1,6 cm, labbro superiore bifido e irsuto; colore bianco-giallastro; stami 4 sporgenti, ovario semi-infero, stimma bifido

Frutto: schizocarpo (tetrachenio) formato da quattro nucule

Distribuzione

Distribuzione regionale: Alpi, Prealpi e rilievi del goriziano

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 300-2300

Geoelemento: europeo-montano

Ambiente caratteristico: pascoli e prati montani

Fioritura: da giugno a settembre

Note vegetazionali

Specie basifila calciofila che predilige i pascoli sub-alpini aridi e i megaforbieti con rocce calcaree.

Note generali

Vicariante geografica con S. alopecuros subsp. godronii (Rouy) Merxm. diffusa nei Pirenei e Massiccio centrale. Alcuni autori ritengono che sia un'unica entità botanica riconoscibile in Betonica alopecuros, altri invece riconoscono un'ulteriore divisione della subsp. alopecuros in altre due sottospecie (jacquinii e divulsa).

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.