Sinonimi:

Nomi comuni: Falsa ortica bianca, Ortica morta, Ortica muta

Nomi regionali: Urtìe màtte, Urtìe muàrte

Famiglia: Lamiaceae/Labiatae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 30-50 cm

Radice: secondarie a partire dal rizoma

Fusto ipogeo: rizoma strisciante

Fusto epigeo: semplice, eretto, tetragono

Foglie: opposte, picciolate ovali con base cordata e margine irregolarmente dentato

Infiorescenza: spicastro (cime contratte sui verticilli fogliari)

Fiori: calice attinomorfo gamosepalo, corolla zigomorfa gamopetala bilabiata di 2-2,5 cm, colore bianco; stami 4, ovario semi-infero, stimma bifido

Frutto: schizocarpo (tetrachenio) formato da quattro nucule

Distribuzione

Distribuzione regionale: tutto il territorio collinare e montano

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-1200 (2000)

Geoelemento: euroasiatico

Ambiente caratteristico: vegetazione ruderale

Fioritura: da aprile a maggio

Note vegetazionali

Pianta nitrofila, considerata archeofita è caratteristica di incolti, concimaie, fossi, bordo strada.

Note generali

Il fiore è un tipico esempio di adattamento all'impollinazione entomogama, specifica per l'azione degli apidi (api e bombi).

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.