Sinonimi:

Nomi comuni: Brugo, Brughiera, Falsa erica

Nomi regionali: Griòn

Famiglia: Ericaceae

Habitus e forma di crescita: suffruticoso

Forma biologica: camefita suffruticosa

Descrizione

Dimensioni: 10-50 (150) cm

Radice: radice micorrizata

Fusto ipogeo:

Fusto epigeo: fusti legnosi tenaci, ramificati e intrecciati

Foglie: aghiformi sempreverdi, disposte su 4 linee longitudinali, embricate, brevi, lunghe 2-3 mm

Infiorescenza: racemo unilaterale apicale, con fiori accompagnati da 6-8 bratteole basali

Fiori: fiore ermafrodita attinomorfo, tetramero, a calice di aspetto petaloide più lungo della corolla, calice e corolla quadripartiti, roseo-biancastri, di 3-4 mm, 8 stami con antere acuminate

Frutto: capsula

Distribuzione

Distribuzione regionale: comune in quasi tutto il territorio, in pianura solo sulla fascia costiera triestina

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-2000 (2750)

Geoelemento: circumboreale

Ambiente caratteristico: pascoli e prati montani

Fioritura: da agosto a novembre

Note vegetazionali

Specie acidofila diffusa anche nelle brughiere, nei pascoli magri e decalcificati, nei cespuglieti montani, nei boschi radi di conifere, sempre su suoli fortemente acidi. Può colonizzare anche ambienti collinari e di pianura. E' specie circumboreale euro-americana (anfiatlantica).

Note generali

I fusti legnosi e flessibili vengono impiegati per la preparazione di scope.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.