Sinonimi:

Nomi comuni: Spinacio selvatico, Buon-enrico

Nomi regionali: Gàsala, Farinùce, Pèl di Mus

Famiglia: Chenopodiaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 30-60 cm

Radice:

Fusto ipogeo: assente

Fusto epigeo: ascendente, striato, cilindrico

Foglie: triangolari-astate (lunghe 5-10 cm) con due lobi acuti divergenti alla base, picciolate, pagina inferiore chiara e farinosa

Infiorescenza: racemo di spighe, con brevi rami all'ascella delle foglie superiori, alla fruttescenza rosso-brunastra

Fiori: ermafroditi, con perianzio con 5 segmenti sepaloidi, stami opposti ai segmenti, ovario supero

Frutto: achenio avvolto dai resti erbacei del perianzio

Distribuzione

Distribuzione regionale: su tutto il territorio dalla fascia montana al piano alpino

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 500-2100

Geoelemento: circumboreale

Ambiente caratteristico: vegetazione ruderale

Fioritura: da agosto a settembre

Note vegetazionali

Specie nitrofila, sinantropa, frequente presso le malghe, nei luoghi incolti concimati di montagna.

Note generali

Utilizzato a scopo alimentare come spinacio selvatico.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.