Sinonimi:

Nomi comuni: Millefoglio di Clavena

Nomi regionali:

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 15-30 cm

Radice: secondarie a partire dal rizoma

Fusto ipogeo: rizoma legnoso orizzontale

Fusto epigeo: legnoso alla base, con più fusti originati dal rizoma ascendenti indivisi

Foglie: profondamente pennato partite a contorno ovale con rachide alato, colore grigio-verde, aromatiche

Infiorescenza: capolini 4-12 flori di 10-20 mm portati in corimbi schiacciati

Fiori: piccoli, tubulosi e ligulati con ligule bianche subrotonde di 5 x 5 mm

Frutto: acheni grigi di 2 mm

Distribuzione

Distribuzione regionale: Alpi e Prealpi

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): (600) 1500-2600

Geoelemento: endemico alpino

Ambiente caratteristico: praterie alpine

Fioritura: da giugno a agosto

Note vegetazionali

Specie guida per l’alleanza Seslerion-varie. Pianta calciofila, probabile neoendemismo post glaciale; vicariante geografica ed edafica di A. nana (endemismo alpico occidentale). Tipicamente presente nelle praterie alpine soleggiate, può essere ritrovata nei macereti e rocce; scende fino alla fascia montana. Piuttosto polimorfa per forma delle foglie, portamento e grandezza capolini.

Note generali

Specie piuttosto polimorfa per forma delle foglie, portamento e grandezza capolini. Pianta medicinale utilizzata come tonico ed eupeptico, in liquoreria per la preparazione di amari e grappe.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.