Sinonimi:

Nomi comuni: Campanula serpeggiante, Campanula falso raponzolo

Nomi regionali:

Famiglia: Campanulaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 30-80 cm

Radice: secondarie dal colletto e dal rizoma

Fusto ipogeo: corto rizoma

Fusto epigeo: semplice, eretto e sparsamente tomentoso; presenza di stoloni striscianti

Foglie: le basali picciolate a base cuoriforme, lamina di 4-5 x 5-12 cm, le superiori sessili lanceolate a margine seghettato

Infiorescenza: spiga generalmente unilaterale con numerosi fiori

Fiori: gamopetali, attinomorfi pentameri di 20-30 mm; colore azzurro-violetto; stami 5, ovario infero sincarpico a 3 carpelli

Frutto: capsula

Distribuzione

Distribuzione regionale: tutto il territorio dall'alta pianura fino alla fascia montana

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-1500 (2100)

Geoelemento: euroasiatico

Ambiente caratteristico: boschi misti

Fioritura: da giugno a ottobre

Note vegetazionali

Specie diffusa nelle schiarite umide e margini dei boschi, anche nelle siepi, cedui, arboreti artificiali. Si comporta anche come geofita rizomatosa.

Note generali

Confusione con Campanula bononiensis che si distingue per la radice priva di fittone, assenza di stoloni, foglie pelose nella pagina inferiore e infirescenza non monolaterale. Simile anche a C. trachelium, che differisce per l'infiorescenza non unilaterale, il fusto arrossato e il calice appressato alla corolla.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.