Sinonimi: Picris spinulosa Bertol., Picris hieracioides L. var. umbellata Vis.

Nomi comuni: Aspraggine comune, Lattajola, Picride spinulosa

Nomi regionali:

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo bienne

Forma biologica: emicriptofita bienne (anche emicriptofita scaposa)

Descrizione

Dimensioni: 15-100 cm

Radice: fascicolata

Fusto ipogeo: assente

Fusto epigeo: eretto e angoloso, ramoso-corimboso in alto, ispido.

Foglie: le basali, raccolte in rosetta, spatolate (2-5 x 10-20 cm) dentate o lobate; le cauline sessili, amplessicauli, da ellittiche (4 x 9 cm) a lanceolate (2 x 9 cm), dentate; le superiori di dimensioni minori, lineari-lanceolate, intere.

Infiorescenza: capolini (diametro di 2-2,5 cm) raccolti in racemi contratti, con involucro a bicchiere (diametro di 5 mm), svasato in alto; squame con punta rivolta all'infuori. Presenza di rade setole corte

Fiori: tutti ligulati e gialli (talvolta arrossati); stami evidenti, ricettacolo senza pagliette.

Frutto: achenio fusiforme (a striature trasversali) con pappo non persistente, almeno nei fiori centrali.

Distribuzione

Distribuzione regionale: Carso triestino

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-800

Geoelemento: eurimediterraneo

Ambiente caratteristico: incolti

Fioritura: da giugno a ottobre

Note vegetazionali

Pianta neutrofila, adatta a diversi substrati, termofila, si ritrova in incolti aridi, macereti, scarpate del piano basale.

Note generali

Il nome del genere significa "amaro", mentre quello della specie richiama la somiglianza con il genere Hieracium. Simile alle altre sottospecie di P. hieracioides: hieracioides, villarsi, grandiflora, che si distinguono per avere tutte capolini in racemi lassi e setole lunghe e più dense nelle brattee infiorescenziali.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.

Scheda a cura di Valentino Casolo