Sinonimi:

Nomi comuni: Enula aspra

Nomi regionali:

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 2-4 (7) dm

Radice:

Fusto ipogeo: assente

Fusto epigeo: fusto legnoso alla base, ascendente e striato

Foglie: alterne, semiabbraccianti il fusto, coriacee, lucide e glabre, setolose e pungenti sul margine e pelose inferiormente, le superiori patenti, lamina lanceolata (1-1,5 x 4-7 cm)

Infiorescenza: 1-3 capolini (diametro 2,5-3,5 cm); involucro emisfericocon squame esterne a punta ripiegata

Fiori: fiori gialli, quelli periferici femminili ligulati, quelli centrali ermafroditi, tubolosi

Frutto: acheni piumosi

Distribuzione

Distribuzione regionale: continua in quasi tutta la Regione, esclusa la zona alpina

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-1360

Geoelemento: euroasiatico

Ambiente caratteristico: torbiere basse alcaline

Fioritura: da maggio a dicembre

Note vegetazionali

Specie calcifila, basifila, diffusa su substrato povero, in ambienti più o meno umidi, quali fossi, stagni, torbiere basse alcaline, nei prati e pascoli da aridi ad igrofili, nei margini erbacei meso-termofili dei boschi, nei cespuglieti e arbusteti meso-termofili, nei querceti e ostrieti termofili, nei pioppeti, frassineti ed ontaneti.

Note generali

Variabilità di forme. Può ibridare con I. hirta, presente in regione. Confusione con Buphthalmum salicifolium, che invece presenta fusti cilindrici, foglie con margine a peli ondulati, non pungenti, squame in una serie, acheni con pappo ridotto a coroncina membranosa.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.

Scheda a cura di Elisa Petrussa