Sinonimi: Orchis aphylla F.W.Schmidt

Nomi comuni: Epipogio

Nomi regionali:

Famiglia: Orchidaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: geofita rizomatosa

Descrizione

Dimensioni: 5-20 cm.

Radice: secondarie dal rizoma

Fusto ipogeo: corto rizoma carnoso, coralliforme

Fusto epigeo: fusto eretto, afillo, glabro di colore giallo-brunastro

Foglie: ridotte a brevi squame, brattee membranose

Infiorescenza: pauciflora, con 2-8 fiori penduli

Fiori: piuttosto grandi, sepali e petali subuguali rivolti in basso, lineari-lanceolati giallastri o leggermente rosati, labello biancastro trilobo con lobo mediano dotato di 4-6-creste rosate, lobi laterali corti, sperone sacciforme ascendente nettarifero

Frutto: capsula

Distribuzione

Distribuzione regionale: Alpi Carniche e Giulie e sporadica nelle Prealpi

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 400-1600

Geoelemento: eurosiberiano

Ambiente caratteristico: faggete

Fioritura: da giugno a agosto

Note vegetazionali

Predilige boschi montani ombrosi su terreno ricco di humus.

Note generali

Specie molto rara. La fioritura non è costante e la pianta può riprodursi vegetativamente a partire dal rizoma. Specie tutelata dalla Convenzione di Washington (Appendice II, CITES) elencata tra le specie protette di interesse regionale (20 marzo 2009, 074/Pres. allegato B, in esecuzione L.R. 9/2007, art. 96).

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.

Scheda a cura di Luciano Regattin