Sinonimi: Serapias damasonium Mill.; Cephalanthera pallens Rich.; Cephalanthera latifolia (Mill.) Janch.

Nomi comuni: Cephalanthera giallognola

Nomi regionali:

Famiglia: Orchidaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: geofita rizomatosa

Descrizione

Dimensioni: 20 - 60 cm.

Radice: secondarie dal rizoma

Fusto ipogeo: rizoma

Fusto epigeo: fusto abbastanza robusto, eretto, a volte flessuoso

Foglie: da 2 a 5 ovato-ellittiche, aventi larghezza di 2-3,5 cm. x 4-7 cm.di lunghezza, brattee fiorali più lunghe dell'ovario.

Infiorescenza: lassa, con 4-12- fiori bianchi o bianco-giallognoli

Fiori: fiori zigomorfi (14-20 mm), generalmente poco aperti, sepalo sup. e petali quasi conniventi, ipochilo concavo,epichilo cordiforme, largo, ornato da creste longitudinali giallo-arancio.

Frutto: capsula

Distribuzione

Distribuzione regionale: raro in pianura, frequente nelle aree collinari e montane.

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-1950

Geoelemento: eurimediterraneo

Ambiente caratteristico: boschi misti

Fioritura: da maggio a luglio

Note vegetazionali

Predilige boschi di latifoglie e aghifoglie, dal piano basale a quello sub-alpino, prevalentemente su suolo calcareo.

Note generali

Simile a Cephalantera lonigifolia; quest'ultima si distingue per le foglie lineari-lanceolate (lunghe almeno sei volte la larghezza) in numero di 6-10. Specie tutelata dalla Convenzione di Washington (Appendice II, CITES) elencata tra le specie protette di interesse regionale (20 marzo 2009, 074/Pres. allegato B, in esecuzione L.R. 9/2007, art. 96).

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.

Scheda a cura di Luciano Regattin