Sinonimi:

Nomi comuni: Spigarola delle foreste

Nomi regionali:

Famiglia: Scrophulariaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo annuo

Forma biologica: terofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 20-40 cm

Radice: fittone

Fusto ipogeo: assente

Fusto epigeo: fusto eretto o ascendente

Foglie: foglie opposte, intere e lineari, (5-6 x 50-60 mm), dentate e revolute

Infiorescenza: racemo con brattee verdi lineari, intere o talvolta con un dentello acuto alla base, ma senza distinzione tra lamina e appendice

Fiori: ermafroditi, zigomorfi, bilabiati, calice con tubo cilindrico e denti triangolari, peloso sui nervi, corolla giallo-zolferina di 6-8 mm, con tubo ricurvo e fauce aperta

Frutto: capsula con 4 semi

Distribuzione

Distribuzione regionale: zona alpina e prealpina

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 800-2200

Geoelemento: europeo

Ambiente caratteristico: boschi di conifere

Fioritura: da giugno a agosto

Note vegetazionali

Specie indifferente al pH del suolo, diffusa nei boschi di aghifoglie, peccete e lariceti, nelle schiarite e strade forestali, ai margini erbacei dei boschi, nella vegetazione a lande nane e a popolamenti a lavanda.

Note generali

Presenta polimorfismo stagionale. Possibile confusione con M. pratense, che vegeta in Regione anche nei boschi subalpini. Tuttavia quest'ultima specie possiede foglie allargate, calice con denti curvati a falce, corolla bianca con fauce chiusa e brattee fiorali dentellate.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.