Sinonimi: Solidago doronicum L.

Nomi comuni: Senecio mezzano, Senecio doronico

Nomi regionali:

Famiglia: Asteraceae/Compositae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: emicriptofita scaposa

Descrizione

Dimensioni: 20-70 cm

Radice: fascicolata

Fusto ipogeo: assente

Fusto epigeo: eretto ramoso in alto, peluria chiara lanosa

Foglie: lanceolato-spatolate (1,5-2,5 x 5-12 cm), acuminate, lamina progressivamente stretta al picciolo, margine dentellato; le cauline ridotte

Infiorescenza: fino a 5 capolini (12-22 fiori ligulati) in un corimbo; involucri con squame interne lunghe quanto le esterne

Fiori: i periferici ligulati giallo intenso; i centrali tubulosi, ovario infero

Frutto: achenio con pappo formato da un ciuffo di peli.

Distribuzione

Distribuzione regionale: Alpi Giulie, Catena carnica principale, Dolomiti orientali

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 1300-2500

Geoelemento: europeo-montano

Ambiente caratteristico: pascoli e prati montani

Fioritura: da luglio a agosto

Note vegetazionali

Specie rara. Pianta basifila e calcifila, si ritrova dal piano montano a quello alpino nei prati e pascoli poveri, macereti, pinete.

Note generali

Molto simile a Senecio doronicum subsp. gerardii diffuso sulle Alpi occidentali, Pirenei, Appennino.

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.