Sinonimi: Nigritella miniata auct. non (Crantz) Janchen, Gymnadaenia rubra Wettst., Nigritella nigra var. rosea Vis. et Sacc. ex Goiran

Nomi comuni: Nigritella rossa

Nomi regionali: Garòfol di mònt

Famiglia: Orchidaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: geofita bulbosa

Descrizione

Dimensioni: 5-25 cm

Radice: fascicolate superiori ai bubli

Fusto ipogeo: tuberi palmati

Fusto epigeo: striato e foglioso

Foglie: basali 6-10, lineari, le maggiori lunghe 5-10 cm, via via più strette, le superiori arrossate

Infiorescenza: molto densa, più grande della N. nigra da 2 a 3 cm, ovato-cilindrica, con bratte fiorali apicali verde-brune

Fiori: fiore zigomorfo di 5-9 mm, roseo-carnicino o rosso-rubino, composto da 3 tepali esterni e 3 interni, lanceolati e acuti di 6-7 mm, i laterali interni circa uguali di larghezza a quelli esterni, il labello ovale con fauce a doccia, con sperone rigonfio

Frutto: capsula

Distribuzione

Distribuzione regionale: localizzato sulla fascia alpina

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 1500-2600

Geoelemento: endemico alpino

Ambiente caratteristico: praterie alpine

Fioritura: da giugno a agosto

Note vegetazionali

Specie abbastanza rara, calcifila, vive su pascoli e praterie alpine calcaree.

Note generali

Simile a N. nigra s.l. che ha fiori rosso cupo profutmati di vaniglia e sperone non rigonfio. Comuni gli ibridi, anche con le specie di Gymnadenia. Specie tutelata dalla Convenzione di Washington (Appendice II, CITES); elencata tra la flora di interesse regionale (20 marzo 2009, 074/Pres. allegato B, in esecuzione L.R. 9/2007, art. 96).

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.