Sinonimi: Dactylorhiza traunsteineri subsp. lapponica (Laest. ex Hartm.) Soò; Orchis angustifolia var. lapponica Laest., O. latifolia var. lapponica Laest. ex Rchb.f., D. pseudocordigera (Neumann) Soò, D. lapponica (Laest. ex Hartm.) Soò,

Nomi comuni: Orchidea della Lapponia

Nomi regionali: Muiniùtis

Famiglia: Orchidaceae

Habitus e forma di crescita: erbaceo perenne

Forma biologica: geofita bulbosa

Descrizione

Dimensioni: 10-35 cm

Radice: fascicolate, gracili, superiori ai rizo-tuberi

Fusto ipogeo: rizo-tuberi

Fusto epigeo: cavo, eretto, glabro, gracile, foglioso

Foglie: 3-4 foglie cauline da ovato-lanceolate a lanceolate, verdi con macchie bruno-porpora sulla pagina superiore, brattee ovato-lanceolate superanti l'ovario, porpora-violacee.

Infiorescenza: spiga pauciflora lassa cilindrica, di 3-10 cm, con fiori medio-piccoli

Fiori: zigomorfi, perigonio a 3 tepali esterni, i laterali eretto-patenti, il mediano connivente con gli interni a formare un casco, labello a 3 lobi, 7-10 x 5-7 mm, i laterali più larghi e più corti del centrale; sperone conico più breve d

Frutto: capsula

Distribuzione

Distribuzione regionale: discontinua nelle Alpi e Prealpi

Distribuzione altitudinale (metri s.l.m.): 0-2200

Geoelemento: eurosiberiano

Ambiente caratteristico: prati umidi

Fioritura: da maggio a agosto

Note vegetazionali

Specie rarissima, indifferente al substrato, neutrofila, si distribuisce nei prati umidi, inondati e torbiere, ruscelli, scarpate con ghiaino calcareo-dolomitico imtriso d'acqua.

Note generali

Confusione con Dactylorhiza incarnata s.l. che non ha labello chiaramente trilobo (al più dentato). Simile a D. fuchsii subsp. fuchsii che tuttavia si distribuisce in tutti i tipi di prato non concimato, ha il fusto pieno, foglie larghe più di un centimetro ed una spiga densa multiflora. Specie tutelata dalla Convenzione di Washington (Appendice II, CITES) elencata tra le specie protette di interesse regionale (20 marzo 2009, 074/Pres. allegato B, in esecuzione L.R. 9/2007, art. 96).

Altro

Informazioni sulla famiglia dall'NCBI Taxonomy Browser e bibliografiche dall'International Plant Name Index; immagini dalla galleria fotografica del Dipartimento di Biologia dell'università di Trieste.

Scheda a cura di Luciano Regattin